La sostenibilità è un tema sempre più centrale nelle nostre vite e lo sta diventando anche per le nostre case, sia nella progettazione sia nell’arredamento. L’obiettivo è trovare un equilibrio che porti vantaggi significativi a entrambi: all’ambiente, grazie al recupero di materiali, all’utilizzo di elementi naturali e non inquinanti, e a noi, grazie soprattutto al risparmio energetico e al miglioramento della nostra qualità di vita.

In questo senso, la domotica ha introdotto un sensibile miglioramento nella dimensione della casa, permettendoci di ottimizzare i consumi e avere maggiori comfort e possibilità di gestione. Dall’altra parte, la riscoperta di molti materiali ci sta proiettando in una concezione più consapevole e rispettosa dell’ambiente domestico.

Parliamo di materiali come:
sughero (molto apprezzato nei complementi d’arredo, viene usato anche come rivestimento o isolante)
pietra (sempre più finitura di pregio per pavimenti e top di cucine e bagni)
vetro (elemento di compenetrazione con l’ambiente esterno, è resistente e riciclabile)

E non dimentichiamoci la tendenza decorativa dello spostamento su piano verticale dei tradizionali giardini: un vero elemento di pregio.